Il mio bisogno di orientamento: un questionario per l’analisi della domanda

 

Keiri Becherelli*, Marco Amendola*, Andrea Laudadio*, Rita Porcelli*,  Anna Grimaldi·

 

Da una rassegna della letteratura in materia di orientamento sembra emergere che attualmente sul tema dell’analisi della domanda, con specifico riferimento alle azioni d’intervento professionale, non siano disponibili numerosi contributi a valenza operativa. A fronte di tale mancanza, da più parti (Grimaldi, 2002) è sottolineata la necessità di poter disporre di dati e strumenti più stabili, indispensabili per adeguare l’offerta di orientamento al reale bisogno che viene espresso dagli utenti. Nel tentativo di contribuire a colmare una tale lacuna, ma anche al fine di agevolare il lavoro di coloro che si trovano nella condizione professionale di progettare ed erogare interventi di orientamento, la ricerca che viene presentata in questo contributo ha come obiettivo quello di mettere a punto uno strumento che possa costituire un supporto per la lettura della domanda di orientamento e per la realizzazione di interventi destinati a utenze diverse che, in ragione di tale diversità, esprimono bisogni non sempre di facile individuazione.

In accordo con tali obiettivi, vengono di seguito presentati i risultati ottenuti nella fase pilota della ricerca.

 

METODOLOGIA

 

Il campione

 

Il campione è composto da 1006 soggetti provenienti dalla scuola media superiore, di cui il 59,49% sono femmine e il rimanente 40,51% maschi. L’età media dei soggetti è di 16 anni e 9 mesi (d.s. 1 anno e 5 mesi). Il 25,61% dei soggetti frequenta[1] il primo anno, il 24,87% il secondo anno, il 19,18% il terzo anno, il 18,23% il quarto anno e il 12,12% il quinto anno.

La gran parte dei soggetti proviene dalla provincia di Roma (77,35%) e dalla provincia di Matera (19,74%).

 

Lo strumento

 

Principi generatori

 

Il questionario messo a punto intende esplorare l’atteggiamento dei soggetti circa la scelta post diploma. In particolare, sulla base della definizione classica di atteggiamento (Rosemberg e Hovland, 1960), lo strumento è stato suddiviso in tre sezioni che fanno riferimento alle seguenti tre aree: una prima area – affettiva – che riguarda le emozioni e i sentimenti che i giovani provano quando pensano alla scelta post diploma; una seconda area – cognitiva – che comprende i pensieri riguardo al proprio futuro (post diploma); una terza area – conativa – che si riferisce all’insieme dei comportamenti che i soggetti pensano di mettere (o hanno messo) in atto rispetto la scelta post-diploma, ovvero l’intenzione di azione.

La prima sezione è stata costruita utilizzando un set di emozioni – Indifferenza, Felicità, Fastidio, Preoccupazione, Confusione, Calma, Tranquillità, Perplessità, Spavento e Angoscia – ripreso sulla base di alcune ricerche precedenti (Laudadio, Porcelli, Amendola, Sabatino, Grimaldi, 2005).  L’area cognitiva è stata centrata sulla relazione tra l’individuo e il proprio Sé e tra l’individuo e il contesto di appartenenza (Grimaldi, Avallone, 2003). Infine, rispetto all’area conativa, si è scelto di far riferimento ad alcune fasi processuali specifiche costituite dal Ciclo dell’Autoregolazione o Ciclo della Gestalt (Clarkson, 2004) articolato in otto fasi sequenziali: Ritiro, Sensazione, Consapevolezza, Mobilizzazione, Azione, Contatto finale, Soddisfazione e Post-ritiro. Nel tentativo di declinare tali fasi rispetto a quelle di articolazione del processo decisionale della scelta post-diploma si è scelto di non considerare due fasi del ciclo – la Sensazione e la Soddisfazione – perché più propriamente assimilabili all’area affettiva (prima sezione del questionario).

 

Struttura del questionario

 

Il questionario, denominato “Il mio bisogno di orientamento”, nella sua versione iniziale è composto da 71 affermazioni rispetto alle quali i soggetti vengono invitati a indicare il loro grado di accordo/disaccordo su una scala Likert a 5 punti (1 = pochissimo d’accordo; 5 = moltissimo d’accordo) e da una breve scheda anagrafica.

 

RISULTATI

 

Le analisi sulla normalità distributiva di ciascun item hanno suggerito di eliminarne 24 poiché presentavano indici di Kurtosis e Skewness maggiori di |1| (Barbaranelli, 2003). La stessa analisi è stata eseguita – come suggerisce la letteratura (Kline, 1996) – suddividendo il campione secondo la variabile genere; tale procedura non ha evidenziato ulteriori item non normali. Sono stati eliminati anche gli item che – nella matrice di correlazione – non avessero almeno una correlazione di .35 con almeno un altro item.

Successivamente, attraverso una preliminare ispezione dello scree-plot (fig. 1) sul set di dati è stata applicata un’analisi fattoriale esplorativa con il metodo dell’Analisi delle Componenti Principali con rotazione obliqua che ha evidenziato l’esistenza di 6 fattori in grado spiegare il 55,58% della varianza complessiva (tab. 1).

 

Figura 1 – Scree plot degli autovalori

1

 

Tabella 1-Varianza spiegata da ciascun fattore

% di Varianza % di Varianza cumulativa % di Varianza ricalcolata con il prodotto di Hadamart % di Varianza cumulativa
1 20,37549 20,37 10,37% 10,37%
2 14,38357 34,75 15,28% 25,64%
3 8,715135 43,47 7,77% 33,42%
4 4,795841 48,27 11,76% 45,18%
5 3,756374 52,02 5,96% 51,14%
6 3,556674 55,58 4,45% 55,58%

 

 

Al primo fattore (tab. 2) fanno riferimento gli item legati alla necessità di avere informazioni rispetto al proprio futuro (“ Ho bisogno di informazioni per prendere una decisione dopo il diploma”), alla congruenza fra le proprie capacità e le offerte formative/lavorative (“ Per scegliere dopo il diploma, ho bisogno di conoscere quali sono le opzioni adeguate alle mie capacità”) e all’aiuto di un esperto come sostegno nel processo decisionale (“Ho bisogno che un esperto mi aiuti a scegliere cosa fare una volta diplomato”); sulla base di tali item si è scelto di definire tale fattore come Bisogno-domanda di orientamento.

Il secondo fattore comprende gli item che indicano che il processo di scelta è già avvenuto (“In questo momento sono deciso: dopo il diploma so già cosa sceglierò”); sulla base di tali item il fattore è stato denominato Decisione già presa.

Il terzo fattore si riferisce alla fase in cui i soggetti sembrano non ancora interessati alla scelta dopo la scuola superiore (“ Adesso non ho bisogno di pensare a cosa farò finita la scuola superiore“) e, per questo motivo, è stato denominato Distanza.

Il quarto fattore corrisponde alla fase del processo decisionale in cui i soggetti, diversamente dal terzo, stanno formulando delle ipotesi e valutando le opzioni sul proprio futuro dopo la scuola superiore (“Di recente, ho fatto alcune ipotesi rispetto al mio futuro dopo la scuola superiore” oppure “ Ultimamente, sto valutando alcune opzioni che mi riguardano una volta diplomato”); il fattore è stato quindi denominato Valutazione.

Il quinto fattore riguarda la condizione emotiva associata alla scelta: qui saturano esclusivamente gli item che fanno riferimento ad emozioni negative – angoscia, spavento, confusione e preoccupazione – (“ In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento preoccupato”); per questo motivo tale fattore è stato denominato Emozioni negative.

L’ultimo fattore è rappresentato dagli item relativi all’aiuto della famiglia (“Se i miei mi aiutassero potrei decidere cosa scegliere dopo il diploma”) o degli amici (“ Ho bisogno dell’aiuto dei miei amici per scegliere cosa fare dopo il diploma”) nel processo di scelta. Il fattore è stato denominato Indipendenza dagli altri.

 

 

Tabella 2- Saturazioni fattoriali degli tem in ciascun fattore

1 2 3 4 5 6
Per scegliere dopo il diploma ho bisogno di conoscere quali sono le opzioni adeguate alle mie capacità 0,785 0,007 0,005 -0,063 0,015 0,033
Penso che un esperto possa aiutarmi nella scelta post-diploma 0,741 0,099 -0,023 -0,104 0,134 -0,104
Vorrei sapere quali opportunità dopo il diploma sono adatte per me 0,703 0,023 -0,046 0,096 0,033 0,113
Mi piacerebbe avere delle informazioni sul mio futuro dopo la scuola superiore 0,702 0,035 -0,013 0,012 -0,045 -0,007
Se ricevessi l’aiuto di un esperto potrei fare una scelta precisa dopo il diploma 0,677 0,024 -0,024 -0,003 -0,027 -0,168
Ho bisogno di informazioni per prendere una decisione dopo il diploma 0,656 -0,084 -0,050 0,095 0,081 0,059
Se conoscessi le possibilità che ho una volta diplomato potrei decidere cosa scegliere 0,634 0,031 0,091 0,057 -0,113 0,000
Ho bisogno che un esperto mi aiuti a scegliere cosa fare una volta diplomato 0,619 -0,007 -0,050 -0,082 0,231 -0,117
Mi piacerebbe capire cosa voglio fare veramente per fare una scelta precisa una volta diplomato 0,599 -0,157 0,013 0,104 0,025 0,126
Se avessi maggiori informazioni potrei decidere cosa scegliere una volta diplomato 0,459 -0,172 0,056 0,094 -0,007 -0,067
In questo momento, sono deciso: dopo il diploma so già cosa sceglierò 0,030 0,891 -0,030 -0,016 -0,039 0,027
Oggi non ho più il problema di decidere cosa fare dopo il diploma perché ormai ho preso la mia decisione -0,021 0,882 -0,030 -0,041 0,036 0,001
Oggi non ho bisogno di decidere cosa fare dopo il diploma perché ho già scelto 0,011 0,844 0,026 -0,047 0,028 0,003
Da qualche tempo non ho più dubbi sul mio futuro dopo il diploma perché ho fatto una scelta precisa -0,049 0,841 -0,011 -0,026 0,053 -0,027
In questo momento, ho deciso cosa scegliere quando mi diplomerò -0,041 0,826 0,000 0,063 0,035 -0,054
So già quello che sceglierò una volta diplomato: adesso penso ad altro -0,005 0,815 0,074 -0,030 0,007 0,022
Adesso non ho più dubbi, fra le alternative post-diploma che avevo considerato so quale intraprendere 0,031 0,807 -0,022 0,005 -0,072 -0,019
Adesso non penso a quello che sceglierò dopo il diploma perché ho già deciso -0,062 0,782 0,107 -0,008 0,028 0,020
Ora sono abbastanza sicuro di cosa farò terminata la scuola superiore -0,021 0,781 0,004 0,116 -0,100 -0,025
So cosa dovrei fare per fare una scelta una volta diplomato 0,022 0,596 0,146 0,227 -0,212 -0,022
Oggi, non penso a cosa sceglierò dopo il diploma 0,018 0,028 0,802 -0,083 -0,037 0,026
Attualmente, non ho alcuna voglia di pensare al mio futuro post-diploma 0,039 0,073 0,790 -0,070 0,047 0,067
Adesso non ho bisogno di pensare a cosa farò finita la scuola superiore 0,003 0,044 0,772 0,016 -0,061 0,050
In questo momento non penso quale sarà la mia scelta una volta diplomato -0,014 -0,080 0,711 0,020 0,079 -0,017
In questo momento non mi interessano le scelte relative a cosa farò una volta diplomato 0,009 0,067 0,703 -0,009 -0,010 -0,110
In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento indifferente -0,079 0,098 0,562 -0,158 0,129 -0,056
Attualmente, sto valutando tutte le possibilità che avevo pensato sul mio futuro dopo il diploma 0,080 0,097 -0,109 0,687 -0,035 0,017
Di recente, ho fatto alcune ipotesi rispetto al mio futuro dopo il diploma 0,056 0,046 -0,092 0,670 -0,044 -0,025
Ultimamente, mi vengono in mente diverse possibilità che riguardano il mio futuro una volta diplomato 0,035 -0,119 0,065 0,669 -0,073 -0,013
Ultimamente, sto scegliendo fra alcune delle alternative post diploma a cui avevo pensato -0,012 0,096 -0,038 0,667 0,103 0,038
Ora, sto prendendo in considerazione alcune opzioni post-diploma a cui avevo pensato in precedenza 0,082 0,102 -0,063 0,658 0,019 -0,021
Oggi il mio problema è scegliere fra le alternative post diploma a cui avevo pensato -0,005 0,030 0,062 0,653 0,136 0,001
In questo momento sto formulando alcune ipotesi sul mio futuro dopo la scuola superiore 0,084 0,011 -0,036 0,625 -0,121 -0,005
Ultimamente, sto valutando alcune opzioni che mi riguardano una volta diplomato -0,040 0,170 -0,135 0,618 -0,006 0,007
Recentemente mi capita di pensare ad alcune possibili opzioni relative al mio futuro dopo il diploma 0,048 -0,074 -0,120 0,607 0,033 -0,039
In questo momento, sto valutando ogni possibilità relativa al mio futuro dopo il diploma 0,120 0,084 -0,144 0,604 0,041 0,027
Adesso quando immagino il mio futuro dopo il diploma, mi vengono in mente più alternative -0,009 -0,264 0,204 0,588 -0,015 -0,051
Ultimamente ho iniziato a pensare a quale sarà il mio futuro una volta diplomato -0,056 0,145 -0,260 0,500 0,252 -0,119
Rispetto alla scelta post-diploma, attualmente, sono indeciso fra alcune opzioni 0,032 -0,339 0,124 0,497 0,119 -0,025
In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento spaventato 0,030 0,013 -0,005 -0,016 0,839 -0,032
In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento angosciato 0,010 0,020 0,099 0,037 0,818 0,020
In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento preoccupato 0,175 -0,116 -0,002 0,051 0,672 0,007
In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento confuso 0,126 -0,263 0,062 0,132 0,576 0,112
Tengo in grande considerazione cosa pensano i miei genitori della mia scelta post-diploma 0,016 -0,049 -0,084 0,010 -0,057 -0,782
Se i miei mi aiutassero potrei decidere cosa scegliere dopo il diploma 0,116 -0,007 0,044 -0,019 0,064 -0,751
La mia famiglia è l’unica che mi può aiutare a scegliere cosa fare una volta diplomato -0,041 0,037 -0,029 0,003 -0,122 -0,740
Ho bisogno dell’aiuto dei miei amici per scegliere cosa fare dopo il diploma 0,011 0,032 0,235 0,072 0,222 -0,404

 

 

Sulla base dell’analisi fattoriale è stato assegnato a ciascun soggetto un punteggio fattoriale per ciascuno dei fattori emersi.

L’analisi della matrice di intercorrelazione (tab.3) evidenzia una correlazione significativa tra il primo fattore – Bisogno-domanda di orientamento – e il quarto – Valutazione. Tale dato può essere spiegato in termini di maggiore esigenza di avere informazioni o di ricorrere all’aiuto di un esperto quando il giovane ha già avviato un processo di valutazione delle diverse alternative post-diploma. Tale lettura interpretativa è ulteriormente confermata dalla correlazione negativa riscontrata tra il quarto fattore e il terzo o Distanza. Infine è possibile notare come il quinto fattore – Emozioni negative – risulti correlato inversamente in modo significativo con il secondo – Decisione già presa. Il dato non sorprende: una volta compiuta la scelta il giovane è certamente meno angosciato e preoccupato. Il sesto fattore – Indipendenza dagli altri – presenta correlazioni negative con tutti gli altri fattori.

 

Tabella 3- Matrice di intercorrelazione dei fattori

Fattori 1 2 3 4 5 6
1 -, 231 -, 032 ,370 ,289 -, 176
2 -, 231 -, 045 -, 036 -, 237 -, 121
3 -, 032 -, 045 -, 234 ,118 -, 114
4 ,370 -, 036 -, 234 ,145 -, 124
5 ,289 -, 237 ,118 ,145 -, 118
6 -, 176 -, 121 -, 114 -, 124 -, 118

 

Per sondare il livello di affidabilità dello strumento è stato calcolato il coefficiente alfa di Cronbach complessivo e per ciascuna delle sei scale. Il primo è pari a .83, mentre i restanti variano da .66 a .94 (tab. 4).

 

Tabella 4- Alfa di Cronbach

Alfa di Cronbach
Totale 0,83
Bisogno di orientamento 0,87
Decisione già presa 0,94
Distanza 0,83
Valutazione 0,88
Emozioni negative 0,80
Indipendenza dagli altri 0,66

 

Il basso livello di attendibilità riscontrato per il sesto fattore, ne suggerisce l’eliminazione dalla versione definitiva dello strumento.

Successivamente, è stata eseguita un ANOVA one-way sui punteggi fattoriali rispetto al genere e alla classe di appartenenza dei soggetti.

Rispetto al genere, nella prima scala – Bisogno-domanda di orientamento – sono presenti delle differenze significative (F (1,794) = 10,37, p<, 05) fra le femmine e i maschi. Tale risultato, in accordo con ricerche precedenti (Grimaldi, 2002), dimostra come le femmine esprimano maggiormente, rispetto ai maschi, il bisogno di orientamento. Rispetto alla seconda scala – Decisione già presa – è possibile notare come i maschi (F (1,794) = 22,02, p<, 05), più marcatamente rispetto alle femmine, ritengono di essere nella fase della decisione. La stessa osservazione può essere avanzata anche relativamente alla terza scala – Distanza – (F (1,794) = 52,07, p<, 05) dove gli stessi maschi, più delle femmine, dimostrano una maggiore indifferenza rispetto alla scelta post-diploma. Nella quarta e nella quinta scala, rispettivamente Valutazione ed Emozioni negative, non vi sono differenze significative rispetto al genere.

Rispetto alla classe di appartenenza dei soggetti, nella prima scala – Bisogno-domanda di orientamento – è possibile riscontrare come (F (4,769) = 6,8524, p<, 05) gli studenti degli ultimi anni esprimano in maniera maggiore il bisogno di orientamento rispetto a quelli dei primi anni; in riferimento alla seconda scala Decisione già presa sembra che siano gli studenti delle terze classi, rispetto a quelli delle quarte, a trovarsi maggiormente nella fase della decisione (F (4,769) = 3,5055, p<, 05).

Nella terza scala Distanza, gli studenti dei primi tre anni di scuola superiore dimostrano un maggiore indifferenza rispetto alla scelta post-diploma rispetto a quelli degli ultimi anni (F (4,769) = 21,153, p<, 05); nella quarta scala, Valutazione, gi studenti delle classi quarte e quinte dichiarano di trovarsi maggiormente nella fase di valutazione delle opzioni circa il proprio futuro post-diploma rispetto agli studenti dei primi tre anni probabilmente perché più prossimi alla scelta (F (4,769) = 21,043, p<, 05).

Nell’ultima scala, Emozioni negative, è possibile riscontrare come siano proprio gli studenti delle ultime classi superiori, rispetto a quelli dei primi tre anni ad esprimere maggiormente emozioni di tipo negativo circa la scelta post-diploma (F (4,769) = 3,3991, p<, 05).

L’ultimo passaggio della fase pilota è stato quello di classificare i soggetti in gruppi omogenei. Una preliminare analisi gerarchica e la seguente ispezione del dendrogramma, ha suggerito di estrarre 3 cluster attraverso il metodo delle K-medie (tab. 5)

 

Tabella 5- Medie per ciascun fattore di ciascun cluster

Cluster

1 2 3
Bisogno-domanda di orientamento 5,595 6,715 2,918
Decisione già presa 5,547 3,548 5,881
Distanza 7,271 3,233 4,713
Valutazione 4,429 7,070 3,573
Emozioni negative 6,599 5,711 2,997

 

I tre gruppi identificati sono stati così definiti: Indifferenti, Valutanti e Decisi.

Il primo gruppo è costituito prevalentemente dai soggetti dei primi tre anni di scuola superiore (Chi²=72,994, <.05) che, rispetto alla scelta post-diploma, dichiarano di non pensarci concretamente e, al tempo stesso, di sentirsi preoccupati e confusi. Il secondo gruppo, i Valutanti, è costituito in prevalenza dagli adolescenti delle ultime due classi (Chi²=30,427, p<, 05) i quali valutano cosa scegliere una volta diplomati e, per questo motivo, esprimono fortemente un bisogno di orientamento. L’ultimo gruppo, i Decisi, è costituito prevalentemente dagli adolescenti dei primi tre anni di scuola superiore (Chi²=72,994, <.05) che avendo già deciso cosa sceglieranno una volta diplomati, affermano di avere poco bisogno di orientamento e di sentirsi poco preoccupati rispetto alla scelta post-diploma. Tale risultato è in linea con quanto individuato da Peterson et al. (1996, 1997, 2000) che suggeriscono di differenziare sempre tre diverse condizioni rispetto alla decisione – presenza di decisione, assenza di decisione e presenza di indecisione – considerando quest’ultima come la situazione più difficile, associata alle difficoltà di attivare specifiche operazioni decisionali e di poter fare affidamento su stili di problem solving adattivi ed efficaci (Ferrari, Nota, Soresi, 2002).

 

 

CONCLUSIONI

 

Le analisi sui dati raccolti, suggeriscono un modello semplificato del processo decisionale rispetto a quello del Ciclo della Gestalt a sei fasi (Ritiro, Consapevolezza, Mobilizzazione, Azione, Contatto finale, Post-ritiro) del tipo: Indifferenza à Valutazione à Decisione à Indifferenza come già evidenziato da alcune precedenti ricerche (Zanetti, Ferretti, 2004).

Figura 2 – Comparazione tra le medie per i quattro fattori

2

 

L’analisi delle medie rispetto a 4 fattori (fig. 2) (Distanza, Decisione già presa, Valutazione e Bisogno-domanda di orientamento) sembra suggerire che il passaggio critico nel quale vengono rimesse in discussione le scelte già prese sia collocabile tra il terzo e quarto anno. Sarebbe interessante verificare se questo momento sia dovuto ad una ristrutturazione complessiva del proprio progetto professionale oppure semplicemente alla sua “messa in discussione”.

La fase pilota sembra indicare buone caratteristiche psicometriche dello strumento e suggerisce un approfondimento dell’indagine. Nel prosieguo dell’attività di ricerca lo strumento verrà quindi somministrato ad un campione allargato e sottoposto ad analisi multisample. Al termine del processo di validazione si cercherà di ipotizzare un modello causale legato all’indecisione post-diploma in grado di individuare, tra le dimensioni indicate in letteratura in materia di orientamento, le relazioni di causa ed effetto. In appendice si riporta la versione attuale del questionario.

 

 

Appendice: IL QUESTIONARIO

Indica con una croce, quanto ritieni di essere in accordo con le seguenti affermazioni. In caso di errore, cerchia la risposta sbagliata e metti una croce su quella corretta.

 

  Pochissimo Poco Abbastanza Molto Moltissimo
01 Rispetto alla scelta post-diploma, attualmente, sono indeciso fra alcune opzioni j k l m n
02 Se avessi maggiori informazioni potrei decidere cosa scegliere una volta diplomato j k l m n
03 In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento indifferente j k l m n
04 Ultimamente, sto valutando alcune opzioni che mi riguardano una volta diplomato j k l m n
05 So già quello che sceglierò una volta diplomato: adesso penso ad altro j k l m n
06 Oggi non ho bisogno di decidere cosa fare dopo il diploma perché ho già scelto j k l m n
07 In questo momento sto formulando alcune ipotesi sul mio futuro dopo la scuola superiore j k l m n
08 Se ricevessi l’aiuto di un esperto potrei fare una scelta precisa dopo il diploma j k l m n
09 In questo momento, sono deciso: dopo il diploma so già cosa sceglierò j k l m n
10 Oggi non ho più il problema di decidere cosa fare dopo il diploma perché ormai ho preso la mia decisione j k l m n
11 Adesso quando immagino il mio futuro dopo il diploma, mi vengono in mente più alternative j k l m n
12 Ho bisogno che un esperto mi aiuti a scegliere cosa fare una volta diplomato j k l m n
13 In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento preoccupato j k l m n
14 Recentemente mi capita di pensare ad alcune possibili opzioni relative al mio futuro dopo il diploma j k l m n
15 In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento confuso j k l m n
16 So cosa dovrei fare per fare una scelta una volta diplomato j k l m n
17 Ultimamente, mi vengono in mente diverse possibilità che riguardano il mio futuro una volta diplomato j k l m n
18 Da qualche tempo non ho più dubbi sul mio futuro dopo il diploma perché ho fatto una scelta precisa j k l m n
19 In questo momento, ho deciso cosa scegliere quando mi diplomerò j k l m n
20 Se conoscessi le possibilità che ho una volta diplomato potrei decidere cosa scegliere j k l m n
21 In questo momento non penso quale sarà la mia scelta una volta diplomato j k l m n
22 Ora sono abbastanza sicuro di cosa farò terminata la scuola superiore j k l m n
23 Adesso non ho bisogno di pensare a cosa farò finita la scuola superiore j k l m n
24 Attualmente, sto valutando tutte le possibilità che avevo pensato sul mio futuro dopo il diploma j k l m n
25 Ho bisogno di informazioni per prendere una decisione dopo il diploma j k l m n
26 Ora, sto prendendo in considerazione alcune opzioni post-diploma a cui avevo pensato in precedenza j k l m n
27 In questo momento, sto valutando ogni possibilità relativa al mio futuro dopo il diploma j k l m n
28 Vorrei sapere quali opportunità dopo il diploma sono adatte per me j k l m n
29 Mi piacerebbe capire cosa voglio fare veramente per fare una scelta precisa una volta diplomato j k l m n
30 Adesso non ho più dubbi, fra le alternative post-diploma che avevo considerato so quale intraprendere j k l m n
31 Mi piacerebbe avere delle informazioni sul mio futuro dopo la scuola superiore j k l m n
32 Oggi, non penso a cosa sceglierò dopo il diploma j k l m n
33 Di recente, ho fatto alcune ipotesi rispetto al mio futuro dopo il diploma j k l m n
34 Ultimamente ho iniziato a pensare a quale sarà il mio futuro una volta diplomato j k l m n
35 In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento spaventato j k l m n
36 Attualmente, non ho alcuna voglia di pensare al mio futuro post-diploma j k l m n
37 Adesso non penso a quello che sceglierò dopo il diploma perché ho già deciso j k l m n
38 Oggi il mio problema è scegliere fra le alternative post diploma a cui avevo pensato j k l m n
39 Ultimamente, sto scegliendo fra alcune delle alternative post diploma a cui avevo pensato j k l m n
40 In questo momento, pensando alla scelta post-diploma, mi sento angosciato j k l m n
41 In questo momento non mi interessano le scelte relative a cosa farò una volta diplomato j k l m n
42 Per scegliere dopo il diploma ho bisogno di conoscere quali sono le opzioni adeguate alle mie capacità j k l m n
43 Penso che un esperto possa aiutarmi nella scelta post-diploma j k l m n

 

 

BIBLIOGRAFIA

 

Barbaranelli C., (2003), Analisi dei dati, Tecniche multivariate per la ricerca psicologica e sociale, LED EDIZIONI, Milano.

Clarkson P., (2004), Gestalt Counselling, Sovera, Roma.

Ferrari L., Nota L., Soresi S., (2002) Idee e atteggiamenti sul futuro scolastico-professionale: uno strumento per l’analisi dei livelli di indecisione di persone di età compresa fra i 15 e i 19 anni “Gipo”, Giornale italiano di Psicologia dell’orientamento”, Vol. 3 (3), pp. 20-31.

Grimaldi A. (2002), Analisi della domanda di orientamento: i bisogni emergenti di giovani allievi italiani, Isfol Strumenti e ricerche, I ed., Franco Angeli, Milano.

Grimaldi A., Avallone F., (2003), Il disegno della ricerca, in A. Grimaldi (a cura di), I professionisti dell’orientamento: Informazione, produzione di conoscenza e modelli culturali, Isfol Strumenti e ricerche, Franco Angeli, Milano.

Kline P., (1996), Manuale di psicometria: Come costruire, valutare e applicare un test psicologico, Astrolabio, Ubaldini Editore, Roma.

Laudadio A., Porcelli R., Amendola M., Sabatino E., Grimaldi A., (2005), Diario di una scelta: Una analisi qualitativa della relazione studente-contesto, in ” Magellano, Rivista per l’orientamento”, Vol. 24, pp. 51-59.

Peterson G.W., Sampson J.P. jr., Reardon R.C. e Lenz J.C. (1996). Becoming career problem solvers and decision makers: A cognitive information processing approach. In D. Brown e L. Brooks (a cura di), Career choice and development pp. 423-475, Jossey-Bass, San Francisco.

Peterson G.W., Sampson J.P. Jr., Reardon R.C., e Lenz JC., ( 1997), Career counselling and guidance interventions. Manoscritto non-pubblicato.

Reardon R.C., Lenz J. G., Sampson J.P. e Peterson G.W., (2000), Career development and planning. A comprehensive approach. Brooks/Cole Publishing Co, Belmont, CA.

Rosemberg M.J., Hovland C.J., (1960), Cognitive, affective and behavioural components of attitude, in ” Attitude organisation and change: an analysis of consistency among attitude”, Yale University Press, New Haven, (CT).

Sampson J.P. Jr., Peterson G.W., Reardon R.C., e Lenz J.G., ( 2000), Using readiness assessment to improve career services: A cognitive information processing approach. Career Development Quarterly, 49, 146-164.

 

Saunders D.E., Peterson G.W., Sampson J.P., e Reardon R.C.,(2000), Relation of depression and disfunctional career thinking to career indecision. Journal of Vocational Behaviour, 56, 288-298.

Zanetti M..A., Ferretti M.S., (2004), Difficoltà decisionali in studenti indecisi: strategie e modalità di scelta in ” Gipo, Giornale italiano di Psicologia dell’orientamento”, Vol. 5 (1), pp. 3-13.

* collaboratori Isfol, Area “Politiche per l’orientamento”

  • Ricercatrice Isfol, responsabile Area “Politiche per l’orientamento”

[1] 55 soggetti non hanno indicato la classe di appartenenza.